Storia del tatuaggio

Sacerdotessa tatuata di 3000 anni scoperta in una tomba egizia

Circa quattro anni fa, nella tomba di Luxor è stato scoperto un torso mummificato con una notevole quantità di tatuaggi. Oggi, i funzionari egiziani ritengono che il corpo appartenesse a una figura religiosa femminile vissuta tra il 1300 e il 1070 a.C., morta tra i 25 e i 35 anni.. 

Incarnare_il_divino

Dopo aver esaminato i tatuaggi sui suoi corpi, le autorità sono state in grado di determinare che era qualcuno che eseguiva rituali magici, come prova del complesso simbolismo religioso che ornava la sua pelle. 

800px-john_weguelin_-_the_obsequies_of_an_egyptian_cat_-_google_art_project

Intorno alla donna sono stati trovati più di 30 tatuaggi'spalle, braccia, schiena e petto, con esperti in grado di individuare immagini di fiori di loto, babbuini e occhi di Horus. I tatuaggi figurativi che coprono il suo corpo hanno aiutato gli esperti a determinare il periodo di tempo in cui muore, poiché questi tipi di tatuaggi sono entrati di moda circa 5.000 anni fa. Prima di allora, l’arte del tatuaggio nell’antico Egitto consisteva principalmente di semplici punti e linee.

Schermata 02/11/2018 alle 21.10.3815398600905221

Questi complessi tatuaggi religiosi hanno suscitato un dibattito nelle comunità di antropologia, poiché a molte donne non era permesso diventare leader religiosi nell’antico Egitto. Pertanto, se non fosse lei stessa una sacerdotessa, questi tatuaggi potrebbero essere stati dati a lei come parte di un magico rituale di guarigione. 

Schermata 02/11/2018 alle 21.10.57

Cosa ne pensi di questo esempio di antica body art? Come pensi che saranno i tuoi tatuaggi tra 3000 anni? Fateci sapere i vostri pensieri nella sezione commenti su Facebook.