Tracy Morgan – “Lunga vita al re”

Il comico parla della vita in inchiostro e commedia

Tracy Morgan Press photo (10.8.15) credit Paul Mobley (2) (1) (2) (1) (3) (2) (1) (1)

Da dove inizi anche quando provi a scrivere un articolo su un’intervista che hai avuto con Tracy Morgan? La verità è che come il comico stesso diventi un po’ canaglia. Decidi di non seguire la via normale di un lede scherzoso o di buttare fuori una delle sue battute come quando è in tour in questo momento e sta lasciando il suo pubblico incinta. Invece, spari semplicemente dal fianco e lasci che tutto fluisca. Proprio come la vita. E la parola “vita” e il suo significato è ciò di cui io e Tracy abbiamo parlato durante la nostra conversazione. I soggetti cambiavano ma si tornava sempre a questa cosa chiamata vita. Prima di addentrarci, indicherò che sto rinunciando al “Morgan” per riferimenti futuri per questo pezzo. È giornalismo 101 che dovresti dire Mr. Morgan o Morgan da qui in poi, ma rimango fedele a Tracy perché, beh, è ​​solo Tracy. Quando leggerai questo articolo, ascolterai meglio Tracy e otterrai un’immagine visiva migliore rispetto all’uso formale di Morgan. Sciocco lo so, ma sono un furfante, ricorda?

È un giovedì mattina e sto aspettando che mi prenda il telefono. Ho spinto al massimo per una persona di persona, ma era troppo difficile dal punto di vista del programma. Tutto bene. Risponderò a una telefonata ogni giorno con questo tizio. Comunque, Tracy è un po’ in ritardo, e poi ho raggiunto una zona morta. Alla fine, noi due ci siamo incontrati per discutere del suo prossimo spettacolo del 12 ottobre a Il Palace Theatre di Stamford, il suo tour generale e, naturalmente, i suoi tatuaggi. La conversazione è sempre profonda ma le risposte non sono mai divertenti. Signature Tracy: è deliziosamente dappertutto, in effetti su tutto, e tu cerchi solo di tenere il passo ma non ci riesci. Ti ritrovi a provare a fare uno scherzo ma non riesci nemmeno a formularne uno perché è già sei isolati più avanti di te.

Ho iniziato la conversazione con l’ex star di 30 Rock e Saturday Night Live discutendo del suo imminente cinquantesimo compleanno, ma l’età per Tracy non significa molto. Si concentra sulla vita ogni giorno. Vive nel presente e apprezza ogni singolo secondo che trascorre su questo pianeta. Ovviamente, la sopravvivenza “all’incidente” di cinque anni fa gioca in questo. Non abbiamo bisogno di entrare nei dettagli qui a riguardo. Sappiamo cosa è successo. Sappiamo come è tornato. Tutto quello che dirò è ringraziare chiunque preghi che sia ancora qui.

“Devi vivere ogni giorno come se fosse la settimana degli squali”, mi dice The Last OG. “È dalla culla alla tomba, piccola. L’età non è affar tuo. Il giorno in cui sei nato? Questa è stata la sua decisione”.

Tutto in Tracy riguarda l’andare avanti, ma ciò non significa che salti completamente il passato. I suoi tatuaggi, spiega, “riempiono la mappa della mia vita”. Ha circa 10-15 lavori di inchiostro in tutto – alcuni che ha ottenuto per divertimento, la maggior parte ha avuto modo di significare qualcosa. “La vita cambia”, ha spiegato. “Quel tatuaggio ti starà addosso per tutta la vita, ma è solo un momento della tua vita.”

Il suo tatuaggio più personale è uno sulla schiena che recita “Me, Myself and I”. L’ha ottenuto dopo il suo primo divorzio. “Ecco dove ero nella mia vita. Ero di nuovo da solo”. Tuttavia, ha detto: “a volte diventi sciocco con esso. A volte potresti vederne uno che ti piace e ne ottieni uno”.

Alcuni dei suoi tatuaggi preferiti? Ne ha uno in mezzo alle mani che dice “pagami sucka”. Un altro? Ne ha uno sul pene che recita “lunga vita al re”. Ma Tracy ha finito di farsi tatuare. Come mai? “Ho 50 anni”, ha rotto. Tuttavia, è veloce a notare che ogni tatuaggio sul suo corpo racconta la sua storia, uno che si evolve ogni giorno e uno che non dà per scontato. E, ovviamente, apprezza la vita dopo essere sopravvissuto all’incidente e continua ad affinare il suo mestiere.

Quando si alza un po’ per prendere aria, dice che torna sempre al suo vecchio materiale per modellare il nuovo. Seppellire un po’ la guida qui, ma quando il pubblico lo vede in questo tour tutto il materiale è nuovo, e molto cambia da notte a notte. “Devi ripercorrere i passaggi della tua vita”, ha detto. E, mentre si preparava per il suo attuale tour in piedi, ha guardato molti filmati del suo lavoro passato e ha capito “cosa non fare”. Tuttavia, ha detto, “la vecchia roba mostra una crescita. Devi guardare il tuo gioco, piccola. Ricordo di aver giocato solo in attacco e di aver bisogno di lavorare sulla mia difesa. Devi avere il gioco completo”.

Ha continuato: “Da bambino inizi con il senso dell’umorismo. Questo è il dono che Dio ti ha fatto. Quindi sviluppi e scrivi battute. Ma quando inizi è solo il tuo senso dell’umorismo”.

E con il suo attuale tour è molto di più. Sta usando tutto ciò che ha imparato e altro ancora per ottenere il suo set giusto. “Ogni giorno è una nuova vita. Quindi scrivi su di esso”, ha detto. E mentre il suo set è politicamente libero (“Nessun poli-trucco. Non faccio politica. Faccio la vita”), non rifuggirà da nulla. Quando gli è stato chiesto se avrebbe ammorbidito parte del suo materiale dato che il mondo è un po’ più sensibile in questi giorni, è pronto a rispondere retoricamente: “Una censurata Tracy Morgan?” Quindi ripete la stessa riga più forte. “Per favore. Non mi censuro. Se le persone non possono affrontare la verità, questo è un loro problema. Sono molto onesto con il mio pubblico”, ha detto.

Ha continuato: “Non si disegna materiale solo da ciò che si vede in TV. A volte sto attraversando una merda, e anche altri esseri umani lo stanno attraversando. E possono relazionarsi. Ci sono alti e bassi, piccola. È come la macchina del cuore in ospedale. È su e giù e in un minuto può appiattirsi. Non sto cercando di scendere a compromessi”.

Ha aggiunto: “Vedo materiale e inietto un senso dell’umorismo. Do la mia intuizione, saggezza e comprensione. Ho fatto sapere al mio pubblico che li amo”.

E anche lui, come detto, mescola le cose. Ogni sera è uno spettacolo diverso. “Non puoi fare lo stesso spettacolo. Michael Jackson non ha mai fatto lo stesso spettacolo. Michael Jordan non ha mai giocato allo stesso gioco. Devi fare delle regolazioni. Ti evolvi. C’è un motivo se i dinosauri si sono estinti”. Lunga vita al Re.