la lista

L’ex membro del Klan ottiene supporto per coprire i tatuaggi razzisti

Il negozio di tatuaggi di Baltimora aiuta gli ex suprematisti ad avere una vita dopo l’odio

dave.tatuaggio1

Dave Cutlip tatua le rose su Shane Johnson's collo, per coprire i suoi nazionalisti bianchi' tatuaggi.

Incontra Shane Johnson.

Il 26enne, nato nel Ku-Klux-Klan, ha deciso di intraprendere una strada diversa dopo la nascita del figlio e ha cercato un negozio di tatuaggi che nascondesse i suoi razzisti' educazione con il KKK. Johnson, che ora promuoveLa vita dopo l’odio per aiutare gli altri che stanno attraversando la sua stessa transizione, ha parlato di come ha cambiato la sua vita e di come un negozio di tatuaggi a Baltimora lo ha aiutato a raggiungere il suo obiettivo.

Shane.profilo

“Mio padre, zii, zie ecc. Erano tutti membri. Era normale per me crescere partecipare alle luci incrociate e ad altri raduni del Klan. Dovevo studiare molto la Bibbia, costantemente”, ha detto Johnson. “Era imperativo che imparassi e diventassi fluente con un sistema di credenze noto come ‘Identità Cristiana’. Quando sono diventato un adolescente, abbiamo iniziato a frequentare di più i gruppi neonazisti, partecipando ai loro eventi, alle dimostrazioni e viceversa”.

Secondo Johnson, credeva fermamente nell’identità cristiana, sebbene la maggior parte degli skinhead fossero pagani o atei. Si è guadagnato il soprannome di “Punchy” a causa delle sue continue lotte con altri skinhead che prendevano in giro le sue convinzioni, adorando un “Dio ebreo”.

Tuttavia, attraverso ciò, Johnson ha scalato i ranghi, ha detto. Ha anche reclutato e insegnato ad altri l’ideologia del suo Klan e lui stesso credeva in.

“Pensavamo di essere la razza superiore, ma in realtà eravamo solo un mucchio di poveri e ignoranti rifiuti da roulotte”, ha detto Johnson. “Che stavano solo incolpando gli altri di essere dei falliti”.

Shane.moglie1

Shane con sua moglie Tiffany.

Nel corso degli anni, crescendo, ha incontrato la sua attuale moglie, Tiffany, e ha tenuto la sua vita di Klan separata dalla sua vita amorosa, ha detto Johnson. Anche se sua moglie non ha interferito con i suoi “affari”, ha sottolineato alcune cose che alla fine gli sono rimaste impresse.

“Stava piantando un seme e innaffiandolo più volte. Il mio cambiamento è praticamente iniziato quando è morto mio padre. Per quanto possa sembrare brutto, ma senza di lui lì, ho avuto un po’ più di spazio per respirare”, ha detto Johnson. “Ma, dopo la sua morte, ho iniziato a bere molto. Una sera abbiamo avuto un piccolo raduno ed eravamo tutti piuttosto ubriachi. Siamo finiti in un parco dove c’era un concerto e abbiamo iniziato ad attaccare le persone che non erano bianche. Siamo stati arrestati. Sono tornato sobrio in prigione e mi sono reso conto che per qualche motivo la mia preoccupazione principale non era quanto tempo avrei avuto, ma piuttosto stavo pensando alle persone a cui ho fatto male di più. Gente innocente, aggredita, a causa del nostro odio. Ho iniziato a pensare che tutto questo porta alla morte o alla prigione”.

Johnson ha detto che le sue convinzioni hanno iniziato a sgretolarsi e si è chiesto che tipo di Dio adorano se finiscono morti o in prigione. Non aveva senso per lui.

Shane Johnson

Johnson con i suoi tatuaggi passati che decorano ancora la parte superiore del corpo.

Quando sua moglie gli ha chiesto se poteva uccidere un bambino nero innocente, la risposta giusta era “no”, anche se allora ha risposto “sì”. Otto mesi di arresti domiciliari, tuttavia, gli hanno fatto riflettere sul suo percorso nella vita e sul fatto che in realtà ha empatia per le persone che avrebbe dovuto odiare. Per la prima volta, si è permesso di studiare altre credenze e ideologie, ha detto Johnson. Inclinazioni di sinistra a cui non sarebbe mai stato esposto.

Tutti meritano una seconda possibilità nella vita.

Anche ex suprematisti bianchi. Perché non aiutarli a raggiungere questo obiettivo?

Tatuaggi del lato sud” a Brooklyn Park, Baltimora fa esattamente questo. ProprietarioDave Cutlip, che tatua da oltre 26 anni, si offre di coprire gratuitamente i tatuaggi estremi su ex suprematisti bianchi ed ex membri di gang. Come quelli di Shane.

Nel gennaio 2017, la vita di Dave Cutlip e “Southside Tattoos” è cambiata drasticamente.

Tutto è iniziato quando un ragazzo con i tatuaggi sul viso “nazionalisti bianchi” è entrato nel negozio per coprirlo. Ma incapace di aiutarlo, Cutlip lo mandò a farsi rimuovere un tatuaggio con il laser.

Questo, tuttavia, ha dato il via all’idea di renderlo effettivamente un ente di beneficenza e avviare un’organizzazione senza scopo di lucro, chiamata“INCHIOSTRO di Redenzione”, per aiutare persone come Shane Johnson a superare il loro passato razzista, ma non possono, a causa dei fondi necessari.

“Mia moglie [Elizabeth] mi ha guardato un po'”, ha detto Cutlip. “E lei diceva ‘Sai che puoi aiutare le persone.'”

All’inizio, Cutlip pensava che avrebbe aiutato solo la comunità di Baltimora, ma invece è diventato virale. E ora riceve richieste a livello globale. Il che è una grande richiesta per Cutlip e il suo negozio, dal momento che non può essere in tutti i posti contemporaneamente.

“Da lì è andato a gonfie vele. Sono stato completamente ripreso da così tante persone che avevano bisogno di quel tipo di lavoro e non potevano permetterselo”, ha detto Cutlip. “Sono fermamente convinto che i tatuatori dovrebbero ottenere ciò che valgono e, detto questo, a volte le persone non possono permettersi i tatuaggi. Sono un lusso. La gente non pensa sempre e si fa tatuare. E queste persone avevano solo bisogno di aiuto e ho pensato: perché no? Ho un buon equipaggio qui. Qualcuno deve farlo”.

Con l’aiuto della sua mano destra, Dave Ente, i due sostenitori cercano di diffondere la missione del loro lavoro di beneficenza in tutto il mondo. E avere altri tatuatori saltare sul carro, così la comunità del tatuaggio si stringe e diventa più forte per aiutare le persone ad avere un’altra possibilità nella vita, invece di negare il servizio senza conoscere la loro storia.

“Southside Tattoos” è in circolazione da cinque anni ed è più impegnato che mai. A maggior ragione, grazie all’annuncio della campagna di beneficenza, i Cutlip stanno facendo.

“Ci sono persone che vengono qui, che vogliono farsi tatuare da noi, solo per quello che stiamo facendo”, ha detto Cutlip. “Questo è un po’ quello che mi fa andare avanti. Le chiamate che ricevo. E ricevo sempre chiamate e piccoli messaggi da persone provenienti da tutto il paese, dal mondo. È davvero fantastico, in realtà.”

Il “ragazzo a tutto tondo”, come si definisce Cutlip quando si tratta di tatuaggi, conosce lo stigma legato all’essere pesantemente tatuati.

“26 anni fa ho preso la decisione consapevole di farmi tatuare. E allora la gente ci guardava come fossimo, strani mostri, qualunque cosa tu voglia dire “, ha detto Cutlip. “Ci sono abituato. E ora è più mainstream. Quindi le persone con quel tipo di tatuaggi vengono chiamate in causa e alcuni di loro vengono persino presi di mira, per così dire. E hanno bisogno di aiuto».

Esperto in insabbiamenti, le richieste più popolari che riceve oltre a decorare una svastica con fiori in modo che sia irriconoscibile, sono “American Traditional” e “Blackwork”, ha detto.

La missione di Cutlips è alla fine avere qualcuno di cui fidarsi, a meno che i gruppi di odio e il “nazionalismo bianco” alla fine non si fermino.

“Ho pensato, tatuo fino a quando non posso più tatuare. E questo è il mio obiettivo finale. Spero che mi piacerebbe forse consegnare questo a qualcun altro per continuare”, ha detto Cutlip. “La cosa triste è che non finirà mai. E io vengo a patti con questo. Quindi perche no? – Di nuovo qualcuno deve farlo.”

C’è un certo criterio, Cutlip e lui seguono, ha detto Ente. Come una bandiera confederata, ad esempio, non sarebbe considerata una “espressione suprematista bianca”, a meno che non siano incorporati altri tatuaggi odiosi. Anche se ci sono molte polemiche su questo particolare argomento. Inoltre, ciò che conta è se il tatuaggio può essere effettivamente coperto o se deve essere rimosso con il laser. Tuttavia, Cutlip fa eccezioni se qualcuno è in pericolo immediato.

“Un ragazzo, in particolare, era della Repubblica Dominicana, credo. E il suo problema era la MS-13″, ha detto Cutlip. “Aveva un tatuaggio, non era un tatuaggio di una gang, ma quando è tornato a casa, la gente gli ha detto che ‘devi coprirlo, o ti faremo del male.’ Così l’ho aiutato anche io”.

Essere istruiti sui tatuaggi delle gang, così come sui tatuaggi dei suprematisti bianchi, per distinguere i criteri è essenziale affinché Cutlip ed Ente siano in grado di servire i loro clienti.

“Non era nella banda”, ha detto Ente. “Ma quello che ha ottenuto è stato qualcosa che la banda ha considerato significativo e minacciano sua moglie se non lo fa rimuovere. Quindi l’abbiamo guardato, ed è pericoloso per lui, quindi abbiamo detto ‘OK questo si adatta ai criteri allora.’”

Secondo l’Ente, la loro campagna di beneficenza ha già ispirato altri sei negozi di tatuaggi negli Stati Uniti e uno in Grecia a lavorare con Cutlip ed Ente.

“Cerchiamo continuamente di aggiungere nuovi volontari al progetto, perché ci sono persone in Oregon che non posso aiutare. Ci sono persone in tutto il paese e in tutto il mondo che ci inviano richieste, ma non è realistico che volino attraverso il paese o attraverso il mondo per venire nel nostro negozio per un insabbiamento gratuito”, ha affermato l’Ente. “Un punto di vista sarebbe quello di lanciare questo al punto in cui sta diventando organicamente una tendenza tra i tatuatori. Anche altri tatuatori lo vedranno e forse si sentiranno ispirati a fare volontariato”.

Anche se non tutti a “Southside Tattoos” offrono il servizio che fa Cutlip, l’equipaggio sostiene ancora l’organizzazione benefica e aiuta Dave come possono.

“Non posso fare volontariato qualcuno. Né voglio costringere qualcuno a fare qualcosa che non vuole fare”, ha detto Cutlip. “Perché sono seduti lì a prendersi cura del negozio, questo mi permette di fare davvero il tatuaggio. Alcuni di questi tatuaggi mi ci sono voluti diverse ore per coprirli”.

Cutlip ha realizzato circa 48 insabbiamenti dei 63 insabbiamenti totali tra “Southside Tattoos” e i suoi negozi affiliati. E cresce la lista delle richieste.

Con i loroGoFundMe pagina, Cutlip ed Ente cercano di raccogliere abbastanza soldi in modo da poter ottenere un laser che scompone l’inchiostro all’interno della pelle, senza lasciare cicatrici o causare troppi danni alla pelle. In questo modo possono offrire entrambi, rimozione del tatuaggio laser e coperture nello stesso punto.

“È difficile trovare persone che fanno beneficenza con i laser”, ha detto Ente. “Perché costano così tanto. Quelli buoni che possono togliere ogni colore, la vendita al dettaglio completa costa circa $ 100.000. “

Tuttavia, la loro pagina GoFundMe sembra avvicinarsi al loro obiettivo finale di $ 60.000.

Johnson è rimasto così colpito da Cutlip's campagna, cheStudi GoFundMe, uno studio di produzione video dedicato alla condivisione delle storie straordinarie che emergono attraverso GoFundMe, ha seguito Johnson durante il suo viaggio che ha cambiato la vita.

Dopo aver discusso delle sue convinzioni con sua moglie, Johnson ha deciso di lasciare il movimento del potere bianco, ha detto. Tuttavia, finché era agli arresti domiciliari era ancora affiliato al gruppo di odio.

Il giorno in cui Johnson è stato rilasciato dagli arresti domiciliari, sua moglie e lui se ne sono andati e sono fuggiti a Evansville e si sono messi in contatto con alcuni ragazzi, Johnson si è incontrato online.

“Ci hanno accolto, mi hanno trovato un vero lavoro e hanno iniziato a cercare di aiutarmi a iniziare una vita normale. Ero in una battaglia costante nella mia testa, combattendo contro me stesso”, ha detto Johnson. “Pensare che forse il Klan aveva ragione, e ora sono qui a peccare, a tradire Dio. Una battaglia interna continua”.

In un momento di orgoglio, come ha detto Johnson, è tornato a prendere le sue cose. Con sua sorpresa, alcuni membri del Klan lo stavano già aspettando, chiedendo di sapere cosa gli fosse successo. In confidenza, disse loro che aveva lasciato il Klan per sempre.

“Era teso, ma se ne sono andati. Ho raccolto le mie cose e mi sono fermato a una stazione di servizio mentre uscivo. È stato allora che mi hanno attaccato. Era in stile imboscata, senza alcun onore nelle loro azioni. Ho reagito, ma non c’era motivo”, ha detto Johnson. “Sono stato ricoverato per due settimane a causa del pestaggio. Ma, voglio chiarire questo, è davvero raro che ciò accada alle persone che abbandonano. Questa è la vita reale, non un episodio di “Sons of Anarchy”. Non c’è la caccia alle persone che abbandonano, non i tatuaggi bruciati, sono tutte favole per dare loro legittimità. Nel mio caso, era la famiglia, proprio nel periodo in cui è morto mio padre. Era uno sputo in faccia. Era personale”.

Dopo il ricovero in ospedale, Johnson ha iniziato a conoscere altre culture e ha iniziato a partecipare alle proteste contro la brutalità della polizia, nonché agli eventi di Bernie Sanders. Ma il suo problema principale non era che una volta era un membro del KKK. Il suo problema erano i nazionalisti bianchi' tatuaggi che decorano il suo corpo, rivelando il suo passato e la sua connessione che una volta apprezzava con il Klan.

Shane1

Johnsons' pettorale.

“La parte anteriore del mio collo diceva ’14 SS 88′, le mie braccia, il petto, tutto. I miei beni una volta più lodati erano ora il più grande fardello di sempre. Jobs non mi assumerebbe. Nessuna storia lavorativa, istruzione, fedina penale, oltre a coperti di inchiostro bianco “, ha detto Johnson. “La gente mi vedeva e si offendeva, e questo mi ha ferito di più. Ho iniziato a indossare dolcevita 24 ore su 24, 7 giorni su 7, anche in estate. ero infelice. Ho sentito l’impulso di parlare con gli altri, sperando che forse condividere le mie esperienze avrebbe rivelato la verità sul movimento del potere bianco, o forse anche aiutato qualcuno. Mi è stato chiesto di fare un’intervista a Fort Wayne, ho accettato e ho continuato a parlare con gli altri il più possibile. È il mio sogno viaggiare parlando ai bambini e ad altri esponendo il movimento del potere bianco”.

Johnson ha sentito parlare di “Southside Tattoos” e Cutlip'campagna di beneficenza di s, e li ha sostenuti per i loro sforzi e la loro generosità, ha detto. Ma non poteva permettersi di viaggiare a Baltimora o coprirli dove vive.

“All’improvviso, un giorno sono stato contattato da GoFundMe con un’offerta estremamente generosa e amorevole di farmi volare a Baltimora per far coprire a Dave il mio tatuaggio sul collo. Ovviamente ho accettato l’offerta, il nostro primo tentativo è stato interrotto perché mio figlio ha deciso che era ora [e] mia moglie è entrata in travaglio”, ha detto Johnson. “GoFundMe è tornato e mi ha portato a Baltimora per incontrare Dave. L’ho incontrato e siamo diventati subito amici, è un uomo straordinario, premuroso e generoso. È estremamente talentuoso e mi ha coperto il collo di rose, portando al nome di mio figlio. Sono rimasto completamente sbalordito quando ho visto il prodotto finito. La mia vita è cambiata all’istante. Incontro qualcuno ora e non devo spiegare i miei tatuaggi. Le persone mi trattano in un modo molto più accettabile e non sto più offendendo le persone. Finalmente posso essere me stesso”.

Tuttavia, Johnson ha ancora molta strada da fare, per l’esattezza tutta la parte superiore del suo corpo. Quindi Johnson sta pianificando di tornare a “Southside Tattoos” alla fine per coprire il resto.

“Mi ha fatto sentire molto ben accolto, mai giudicato e, francamente, ha fatto un lavoro tosto”, ha detto Johnson. “I miei progetti sono fondamentalmente qualcosa di positivo, l’esatto opposto di questa spazzatura che è su di me”.

Poiché la sua famiglia è ancora membro del Klan, Johnson e sua moglie non hanno alcun contatto con loro, ha detto. Guarda al futuro con un punto di vista positivo e porta un nuovo atteggiamento vincente per costruire qualcosa di forte e aiutare gli altri.

“Ora ho più fiducia e mi sento più a mio agio nel mio corpo, il che mi ha davvero portato a uccidere un colloquio di lavoro e ad iniziare una nuova carriera come elettricista, il che è molto meglio per la mia famiglia”, ha detto Johnson. “Continuerò a lavorare e continuerò a utilizzare ogni opportunità possibile per raggiungere gli altri e utilizzare le mie esperienze per aiutare, si spera, qualcuno e per esporre il vero odio e l’ignoranza del movimento del potere bianco”.