Josh McDermitt di TWD e l’allume di AHS Jamie Brewer discutono del loro nuovo spettacolo e dei fan

Amy and the Orphans Roundabout Laura Pels Theatre AMY AND THE ORPHANS CAST Vanessa Aspillaga Kathy Mark Blum Jacob Jamie Brewer Amy Diane Davis Sarah Josh McDermitt Bobby Debra Monk Maggie Edward Barbanell Standby per Andy AMY AND THE ORPHANS CREATIVE Lindsey Ferrentino Drammaturgo Scott Ellis Regista Rachel Hauck Set Designer Alejo Vietti Costumista Kenneth Posner Lighting Designer John Gromada Suono e composizioni originali Liz Hayes Vocal Coach Davin De Santis Production Stage Manager Raynelle Wright Assistente Stage Manager AMICI SU FACEBOOK SEGUICI SU TWITTER GUARDA SU YOUTUBE CONTATTACI |TICKETS & POLITICHE |SEDE & TEATRI |BLOG ROUNDABOUT |ROUNDABOUT SHOP Uffici amministrativi: Roundabout Theatre Company, 231 West 39th Street, Suite 1200, New York, NY 10018 Stephen Sondheim Theatre | Teatro American Airlines | Studio 54 | Harold & Miriam Steinberg Center for Theatre/Teatro Laura Pels/Teatro Black Box

Amy and the Orphans Roundabout Laura Pels Theatre AMY AND THE ORPHANS CAST Vanessa Aspillaga Kathy Mark Blum Jacob Jamie Brewer Amy Diane Davis Sarah Josh McDermitt Bobby Debra Monk Maggie Edward Barbanell Standby per Andy AMY AND THE ORPHANS CREATIVE Lindsey Ferrentino Drammaturgo Scott Ellis Regista Rachel Hauck Set Designer Alejo Vietti Costumista Kenneth Posner Lighting Designer John Gromada Suono e composizioni originali Liz Hayes Vocal Coach Davin De Santis Production Stage Manager Raynelle Wright Assistant Stage Manager AMICI SU FACEBOOK SEGUICI SU TWITTER GUARDACI SU YOUTUBE CONTATTACI | BIGLIETTI & POLITICHE | LOCALI & TEATRI |BLOG ROUNDABOUT |ROUNDABOUT SHOP Uffici amministrativi: Roundabout Theatre Company, 231 West 39th Street, Suite 1200, New York, NY 10018 Stephen Sondheim Theatre | Teatro American Airlines | Studio 54 | Harold & Miriam Steinberg Center for Theatre/Teatro Laura Pels/Teatro Black Box

Per Josh McDermitt e Jamie Brewer, recitare nella commedia drammatica per famiglie Off-Broadway Amy and the Orphans è una deliziosa partenza. La prima è abituata a interagire con zombi intrisi di sangue nei panni di un codardo e furbo party del Dr. Eugene Porter in The Walking Dead (TWD), mentre la seconda si è fatta un nome apparendo in diverse incarnazioni di Ryan Murphy's American Horror Story (Nan!). Ho incontrato i due di recente e ho chiesto loro di essere sul palco di New York City (lo spettacolo sta suonando per un impegno molto limitato al Laura Pels Theatre al The Harold and Miriam Steinberg Center for Theatre), il loro rispettivo seguito di culto e quale sarà la loro prossima mossa.

Josh McDermitt

La tua carriera è piuttosto trasversale, dal tuo lavoro nella commedia alla radio fino a, beh, zombi drammatici. Con il tuo background in stand-up e conquistando tutti gli altri mezzi, il teatro sembrava essere una progressione naturale?

Il palco è dove ho iniziato e anche se non lo faccio't considerarlo un ritorno, era qualcosa a cui tornavo sempre e continuerò a tornare per tutta la mia carriera. Quando io'Sono a Los Angeles e ho tempo, mi esibisco con il mio gruppo di sketch e improvvisazione comica. Là'Non c’è niente come la risposta immediata del pubblico che ti aiuterà a sentirti vivo. La cosa grandiosa del teatro è che abbiamo molto tempo per sederci con il materiale. Siamo in ritardo nella nostra corsa con Amy e gli Orfani e sembra che continuiamo a fare nuove scoperte sui nostri personaggi e sulla storia. Quella'è eccitante! Per avere qualcosa che sia't solo vivere e respirare con ogni performance, ma all’interno del materiale è ciò che amo di più.

Cosa ti ha portato al ruolo di Bobby??

Lindsey Ferrentino ha scritto un’opera teatrale incredibile e vedere quanti strati ha ogni personaggio è stato quello che ho notato per la prima volta. Questi sono i tipi di cose che cerco in un personaggio; qualcuno che è ricco di emozioni, in conflitto nelle sue decisioni, ecc. Sento che Bobby è un uomo che sta cercando di fare la cosa giusta, ma è anche paralizzato nelle sue azioni. Lui'Non sono sicuro di come fare la cosa giusta. Lui'è anche abbastanza lontano dagli altri personaggi'ho giocato e quello'è sempre qualcosa che cerco per tenermi eccitato e non in un solco.

Puoi parlarmi della dinamica del lavorare con Jamie e il cast??

Esso'È difficile lavorare con Jamie e il resto del cast perché nessuno è coperto di sangue di zombie e onestamente non ho idea di cosa fare con un partner di scena che si è fatto la doccia all’inizio della giornata. Continuo a guardare Jamie e mi aspetto di vederla sudare, respirare pesantemente con un machete in mano dopo aver ucciso un vagante, ma non succede mai. E così mi tiene sulle spine. Certamente io'sto scherzando… ci siamo divertiti molto e abbiamo condiviso un sacco di risate.

Ma io'ho anche avuto l’onore di uscire con e conoscere Eddie Barbanell che è Jamie's sostituto per gli spettacoli matinée del mercoledì e del sabato. Tutti vibrano bene l’uno con l’altro e mettono la storia al primo posto. Quella'è importante. Se ci fosse un puzzolente nel gruppo, sarebbe disastroso. Tutta questa esperienza da cima a fondo è qualcosa che apprezzerò per il resto della mia carriera.

Tu e Jamie avete condiviso storie dell’orrore da fanboy??

Hahaha no… Penso che per quanto appassionati siano i nostri fan, nessuno di noi ha storie dell’orrore. Esso'È bello che i fan siano ferventi e abbraccino ogni spettacolo tanto quanto hanno. Esso'è bello vedere i bambini vestiti come il tuo personaggio o qualcuno's nonna cosplay come Maggie. Questo spettacolo'La base di fan di s abbraccia una fascia di età molto ampia ed essere parte di questo, essere parte di qualcosa che ha unito così tante persone è incredibile. Penso che Jamie sarebbe d’accordo, è'è speciale.

Ti senti più graduale con l’essere in una serie così ridicolmente popolare??

Non invecchia mai veramente. Ero un grande fan di TWD prima di iniziare a lavorarci, quindi…'Sono ancora sinceramente entusiasta di far parte di questo spettacolo. io'l’ho detto molte volte, ma mi sento come se'ho colpito il "lotteria dei fan" essendo su TWD. io'sono grato; non molte persone hanno un’opportunità del genere.

Eugene è decisamente più serio al giorno d’oggi. Ti manca il fatto che sia solo un tizio eccentrico e debole??

Penso ancora che lui'è debole! Lui'sta cercando di trovare la sua forza e la sua strada in questo mondo. Si chiede ancora se lui'è un sopravvissuto e, ovviamente, lo è. Ci sono molti modi per sopravvivere in questo mondo e frustrare le persone badando solo a se stessi è certamente un modo per farlo, come ha fatto Eugene. Ma noi'ho visto le crepe qua e là, i momenti in cui si prende cura degli altri e per me è così divertente. C’è una persona altruista nascosta dentro quell’esterno egoista, lo sento! Spero solo che un giorno potremo vedere di più quella parte di lui.

Hai le tue teorie su come finirà TWD o su come finirà il tuo personaggio??

Cerco di non pensare a come andrà a finire lo show, perché qualunque idea stupida mi venga in mente verrà bocciata quando un vero scrittore metterà le mani sulla storia! E io'dirò di Eugene'la morte di s… perché deve morire? Perchè puoi't continua a vivere per sempre? Forse quello'è una risposta da sballo… un eroe. Eugene morire da eroe sarebbe un modo soddisfacente di vedere quel personaggio's arco giungono al termine. Ma io'Sto ancora tirando per lui per continuare ad essere lo scarafaggio che è e non morire mai 🙂

Dopo TWD, vedi più teatro nel tuo futuro: volo in mongolfiera, tv, film, un po’ di entrambi??

Vedo sicuramente più teatro nel mio futuro, e non lo faccio'Non bisogna necessariamente aspettare che TWD finisca perché ciò accada. Per me, io'Sono attratto da personaggi interessanti che fanno parte di buone storie. Quindi se questo's televisione, film o teatro, io'sarò aperto a qualsiasi cosa.

Jamie Brewer

Il tuo background è nel teatro, parlami di quanto sia gratificante'si è esibito in Amy and the Orphans a New York.

Ogni volta che sono sul palco mi piace ascoltare la reazione del pubblico. Ascoltare le loro risate porta una sferzata di energia a tutti sul palco, incluso me stesso. È stato fantastico lavorare con così tanti talenti & attori esperti. Ho imparato tanto dal nostro direttore Scott Ellis. Sono così fortunato ad aver incontrato il fantastico drammaturgo, e ora la mia amica di una vita Lindsey Ferrentino. Fare questo grande spettacolo con il Roundabout Theatre è stato un sogno diventato realtà per me!

È rinfrescante interpretare un personaggio come Amy dopo il tuo lavoro su American Horror Story??

Amy è un personaggio completamente diverso da qualsiasi altro personaggio che ho interpretato in American Horror Story. Amy è basato sulla zia drammaturga, quindi ho dovuto avere un’idea delle sue abitudini e del suo stile di vita per interpretare questo personaggio. Con questo personaggio ottengo una risposta immediata del pubblico teatrale alla sua personalità divertente. È così gratificante condividere la vera vita familiare di qualcuno con il mondo.

A proposito, puoi descrivere come ci si sente a far parte di un fenomeno di culto come AHS?

È incredibile! È bello mostrare lati diversi di chi sono quando interpreto personaggi come Adelaide, Nan, Marjorie e Hedda. Mi piace anche far parte di questo fantastico spettacolo! Sono così grato che Ryan Murphy mi abbia dato l’opportunità di far parte di questo fenomeno di culto. Ha cambiato la mia vita per sempre! I fan di AHS sono così fantastici ed eccitanti da incontrare ovunque!

Tu e Josh condividete storie dell’orrore di fanboy??

Josh è davvero un bel ragazzo con cui stare e una persona fantastica con cui lavorare. È bello dopo lo spettacolo che i fan di Walking Dead e i fan di AHS siano fuori a mescolarsi tra loro prima che io e Josh usciamo dopo lo spettacolo per incontrarli. È così incredibile!

 Puoi parlarmi un po’ di “Cambiare il volto della bellezza” e di come è stato camminare in passerella durante la settimana della moda di New York??

Camminare in passerella è stato molto emozionante e sorprendente! È stata un’esperienza fantastica! Grazie a Katie Driscoll, la fondatrice di “Changing the Face of Beauty” e alla sfilata della stilista Carrie Hammer “Role Models Not Runway Models” per avermi dato questa meravigliosa opportunità. “Changing the Face of Beauty” è una piattaforma che Katie ha iniziato ad aiutare a includere le persone con disabilità nel mondo della pubblicità. Ci siamo incontrati attraverso il mio lavoro di advocacy per le persone con tutte le disabilità. Sono stato felice di essere invitato come ambasciatore per “Changing the Face of Beauty”.

Cosa hai in programma dopo? Più teatro, TV, film…?

Durante questa estate, sto girando un film in California dove interpreto la ragazza di qualcuno. Poi dopo sarò una fata in un film d’animazione chiamato Snow Moon. Sono davvero entusiasta di essere nel mio primo film d’animazione. Un cortometraggio in cui mi trovo chiamato The Wagon uscirà anche quest’anno. Spero che presto possano essere annunciati altri lavori più entusiasmanti.