Prima mondiale di “Hard Luck” di Adlib

In concomitanza con il rilascio di Adlib's nuovo album The Highway abbiamo avuto la fortuna di porre all’artista alcune domande sull’andare in tour, il video di "Sfortuna," e i suoi tatuaggi. Guarda l’intervista dopo aver visto la prima mondiale del video musicale di Adlib'S "Sfortuna."

Cosa possono aspettarsi i fan dal nuovo album??

Dal punto di vista sonoro sento che questo è il miglior disco che ho'ne ho fatto parte. Sono stato in tournée per la maggior parte dell’anno scorso. Ho passato tutto il mio tempo fuori dal palco cercando di migliorare nel mio mestiere, cercando di evolvermi ed essere il più acuto possibile. Anche lavorare con produttori come Rob the Viking, Ali Armz e Master Sihn tira fuori il meglio di me. Abbiamo anche collaborato con Scott Stallone e Pete Humphreys per il missaggio e il mastering. Inoltre, avere un team di supporto a Sensi-Starr, che mi consente di fare creativamente ciò che voglio, penso sia stato il miglior risultato possibile.

Come descriveresti il ​​modo in cui il tuo suono è progredito negli anni che hanno portato a The Highway??

Penso che viaggiare così tanto negli ultimi anni mi abbia aiutato a progredire di più. Il solo fatto di incontrare persone e vedere il mondo al di fuori del tuo quartiere aiuta non solo a essere un artista migliore, ma anche una persona migliore. io'Imparo sempre qualcosa di nuovo, e sempre macinando e lavorando per avanzare a tutti i livelli. Penso anche che la chiave per la progressione non sia solo l’etica del lavoro, ma anche la fiducia. Ho sempre cercato di essere originale e onesto nella mia musica, ma avere vera fiducia in me stesso e nel mio team è stata la chiave per andare avanti.

Il video di Hard Luck presenta un sacco di immagini sull’essere in viaggio e lontano dalla famiglia, puoi raccontarci un po’ delle tue esperienze on the road e di cosa vale la pena essere là fuori?

io'Sono un artista itinerante, esibirmi sul palco è stato un amore e una passione sin da quando ero bambino. io'non sono mai stato un vero fan dello studio. Amo il processo creativo e la scrittura, ma il mio cuore è in viaggio per esibirmi. Non c’è davvero niente come essere sul palco di fronte a una folla ad alta energia.

C’è un punto in cui tutti sono sincronizzati; in una zona. Una volta che lo sperimenti, diventa parte di te. Ma è dura quando metti in scena la famiglia. Ho due figli e una moglie a casa e stare via è una lotta per tutti. Ho passato anni a macinare e pagare quote per arrivare a un punto in cui potevo fare un tour e provvedere alla mia famiglia. Quindi onestamente mi sento fortunato solo per essere in grado di avere un lavoro. io'sono molto fortunato ad avere una famiglia amorevole e solidale nel mio angolo.

l'autostrada

potremmo'Per fare a meno di notare i riferimenti a Hunter S. Thompson e all’arte del suo collaboratore Ralph Steadman nel design dell’album, puoi dirci qualcosa su quali altre influenze ti hanno aiutato a creare The Highway?

io'Sono un grande fan di Hunter S. Thompson e Ralph Steadman. io'ho sempre amato il modo in cui si avvicinava ai suoi pezzi, mi è sempre sembrato che fosse spensierato ma pensato; come il caos organizzato. Non appena ho avuto il titolo del disco, ho capito che volevo che l’artwork gli rendesse omaggio. Ho raccontato il concetto a un buon amico e tatuatore vincitore di un premio nazionale Brooklyn Payne, e ha dipinto l’opera d’arte e poi l’ha data a Jus FCA per l’impaginazione e aggiungere il colore. Adoro quello che hanno inventato.

Qual è stato il tuo primo tatuaggio? Quando l’hai preso e sopravvive ancora oggi o è stato insabbiato??

Oh! Ho avuto alcuni tatuaggi fatti in casa quando ero un adolescente; tutti sono ormai lontani. Penso che il mio primo vero pezzo sia stato di Joel "Seyone" Santana. Esso's Oscar il Brontolone che scrive Graff. Esso'ora ha circa 20 anni e tiene ancora il colore. RIP Seyone!

Come descriveresti l’estetica del tuo tatuaggio??

Preferisco il nero e il grigio, ho un colore molto limitato. Adoro quando gli artisti aggiungono il bianco o un po’ di colore ai pezzi neri e grigi per farli risaltare un po’ di più.

Hai un pezzo di inchiostro preferito, forse uno con un sacco di sentimento attaccato ad esso, di cui puoi parlarci?

Ho ritratti sia di mia mamma che di mio padre che amo molto. Ho anche un gorilla con 2 piccoli gorilla sulla schiena per i miei figli. io'Sono stato fortunato a lavorare con artisti straordinari negli Stati Uniti, in Canada e in Europa. io'ho avuto la possibilità di visitare alcuni negozi fantastici mentre ero in viaggio. Là'Sono troppi da nominare, ma ho molto lavoro da Brooklyn Payne che è uno dei miei artisti preferiti. Anche Jeremy Zettler da Perfect Image a Waterloo, Ontario, Frank Guthier da Mercury Tattoo al di fuori di Philadelphia e tutti gli artisti a East Van Inc. a Vancouver fanno un lavoro straordinario. Dai un’occhiata!!!

Hai incontrato fan con i tatuaggi Adlib? Com’è stata la prima volta che ne hai visto uno?

Penso che, poiché sono pesantemente tatuato e sostengo la cultura nel suo insieme, mi sembra di realizzare molta arte per me; di tutto, dalle tele alle tavole da skateboard. io'Sono onorato ogni volta che qualcuno si prende il suo tempo e il suo talento e usa me o la mia musica come ispirazione. La prima volta che ho visto il mio logo tatuato su un tifoso mi sono sentito umiliato, a dire il vero. Il fatto che qualcuno sia stato in grado di connettersi con me al punto da farsi un tatuaggio, significa il mondo. Mi dà motivazione e responsabilità per essere il meglio che posso essere.