Il regista di “Suicide Squad” rivela la storia dietro il tatuaggio “danneggiato” del Joker

Quando le prime foto del film di supereroi “antieroe”,Squadra Suicida, apparso per la prima volta online l’anno scorso, è stato il Joker di Jared Leto che ha fatto parlare tutti, soprattutto della sua griglia d’argento e dei tatuaggi che coprivano il suo corpo. È stata una sorpresa inaspettata vedere il Joker scuotere così tanto inchiostro, quando i precedenti ritratti del cattivo erano costantemente privi di tatuaggi, ed è stato il tatuaggio sulla fronte “Danneggiato” in particolare a lasciare l’amaro in bocca ai fan. Ebbene, David Ayer, il regista del film più atteso di questa estate, ha finalmente rovesciato i fagioli su quel tatuaggio “Danneggiato”, rivelando il retroscena dietro il Joker inchiostro famigerato.

Durante una recente intervista con Impero, Ayer ha parlato del ragionamento dietro il tatuaggio sulla fronte del Joker, dicendo: “Questa è una specie di cosa personale e forse meno di una connessione più ampia. Ma Joker ha ucciso Robin e Batman praticamente gli ha spaccato i denti e lo ha rinchiuso nell’Arkham Asylum. È nel manicomio in cui Joker avrebbe fatto il tatuaggio “danneggiato” come messaggio a Batman che diceva: “Mi hai danneggiato”. Ero così bella prima e ora mi hai distrutto la faccia.’” È anche qui che entra in gioco la griglia argentata del Joker, nel caso te lo stessi chiedendo.

i tatuaggi jolly

Sebbene nulla di tutto ciò sia discusso nel film vero e proprio, che ora è nelle sale, Ayer ha spiegato nell’intervista a Empire che la griglia e i tatuaggi del Joker aiutano a raccontare una certa storia sul personaggio di Suicide Squad, che, secondo Ayer, è stato effettivamente modellato su signori della droga. “Se un ragazzo come lui esistesse davvero oggi, da dove verrebbe” si chiese Ayer quando si sviluppa il personaggio. “Come farebbe affari? Chi lo saprebbe? Che aspetto avrebbe? Nella mia mente, ho preso molta ispirazione dai signori della droga su Instagram. È un ottimo modo per capire lo stile di vita di un cattivo”.

Piuttosto che tentare di ritrarre un Joker “moderno” però, la griglia Leto indossa nel film ha lo scopo di illustrare una lunga e dolorosa storia tra Batman e il suo acerrimo nemico, "il principe pagliaccio del crimine" e l’assassino di Robin. Per quanto riguarda il tatuaggio “Danneggiato” sulla fronte del Joker, potrebbe essere il suo inchiostro più contestato, ma non è l’unico tatuaggio che il supercriminale ha nel film. Ha anche un tatuaggio di un teschio che indossa un cappello da giullare, un tatuaggio a “J”, un tatuaggio di quattro assi, un paio di sorrisi da gatto del Cheshire e una serie di “Ha Ha Ha”, tra gli altri, nessuno dei che sono stati spiegati. Secondo Ayer tuttavia, “I tatuaggi raccontano una storia molto specifica. E alla fine le persone li decifreranno e capiranno cosa sta succedendo”.

Disponibile su INKEDSHOP.COM: Women's

Disponibile su INKEDSHOP.COM: Donna'S "Logo inchiostrato" Carro armato