Cultura

I militari statunitensi vietano i tatuaggi sulle maniche sui soldati arruolati

Se sei un soldato tatuato e c’è il sole, è meglio che sia fuori solo una pistola.

Un articolo di Rivista del tempofa una valutazione audace, ma statisticamente schiacciante, del gruppo di età che le forze armate più spesso impiegano per il servizio militare. Secondo un rapporto del giornale di Wall Street, sette membri su dieci di età compresa tra 17 e 24 anni che desiderano arruolarsi nell’esercito non sarebbero in grado di arruolarsi a causa di “ragioni legate alla salute, [o] aspetto fisico; compresi i tatuaggi e il background educativo”, secondo il Pentagono.

In sostanza, il 71% dei 34 milioni circa che costituiscono il pool di talenti principali per l’esercito non si qualificherebbe per il servizio militare per una serie di fattori diversi. Poco più di un quarto di loro perderebbe il voto per motivi come obesità o problemi di salute mentale. Un altro 8% viene conteggiato per l’ADHD o altri farmaci da prescrizione simili regolarmente. Altre barre del servizio includono cose come avere un’accusa di reato sulla tua fedina penale, mancanza di un diploma di scuola superiore o …

Avere certi tatuaggi e auricolari.

Ci sono alcuni palesi divieti delineati nella politica sulle uniformi recentemente rivista dell’esercito. Qualsiasi cosa al di sopra della linea della maglietta, come i tatuaggi facciali o i disegni del collo, è fuori discussione, in linea con l’uniformità per cui si sforzano nei criteri richiesti in termini di acconciature, barbe, ecc. Possono essere fatte eccezioni speciali, ma se o non che accada spetta al singolo recruiter, che sottoscrive le deroghe necessarie per aderire. “Non abbiamo adottato una mentalità a zero difetti”, ha detto al Wall Street Journal il portavoce del Dipartimento della Difesa Nathan Christensen. “Valutiamo ogni candidato dal punto di vista dell’intera persona.”

Quindi, ovviamente, questa non è una campana a morto completa per chiunque abbia tatuaggi disposto a partire per combattere per le stelle e strisce. Tuttavia, in un’epoca in cui gli standard di arruolamento stanno crollando e c’è un numero crescente di persone nella loro fascia di età migliore che viene inchiostrata, non sarebbe ragionevole concedere un po’ più di clemenza per i circa 180.000 che il Journal ha affermato volontario di successo per le forze armate ogni anno?

Dopotutto, i tatuaggi sono il motivo estetico più comune per cui i candidati all’esercito vengono respinti. In Arizona, circa 500 persone sono state recentemente voltato le spalle dal servire il loro paese a causa dei loro tatuaggi. Questo potrebbe essere fondamentale, considerando che dei 34 milioni di persone menzionate in precedenza, solo circa l’1% vuole effettivamente arruolarsi. Nel 2011, 100.000 gli individui si sono offerti volontari solo per l’Esercito e la Riserva dell’Esercito.

Sono previste restrizioni per più di quattro tatuaggi visibili sotto il gomito o il ginocchio, più di un tatuaggio in stile bracciale (limitato a 2 pollici di dimensione) e maniche di qualsiasi tipo sulle braccia o sulle gambe, supponendo che non lo attraversino bordo gomito/ginocchio secondo il Tempi dell’esercito.Ma se lo fanno, l’esercito ha detto che i soldati sarebbero tenuti a pagare di tasca propria per la rimozione di qualsiasi tatuaggio che violi la politica secondo un Stelle e strisce articolo dello scorso settembre.

Sono in vigore anche i divieti sui tatuaggi sessisti o razzisti che promuovono filosofie degradanti o degradanti per una persona in base a razza, etnia o origine nazionale. Ma un altro politica, un divieto astratto di tatuaggi indecenti, o ciò che considerano “gravemente offensivo per la modestia, la decenza, il decoro o la professionalità”, a noi, potrebbe sembrare un po’ soggettivo in questo scenario.

Centro di ricerca Pew ha affermato che nel 2010 quasi il 40% degli adulti statunitensi di età compresa tra 18 e 29 anni aveva tatuaggi. Anche il 32% tra quel gruppo e i 40 anni ne aveva almeno uno: da allora il numero è cresciuto. Se stai leggendo questo, probabilmente sai fin troppo bene che questa non è esattamente una tendenza passeggera con cui abbiamo a che fare, e poiché continua a ottenere l’accettazione mainstream in tutto il paese, probabilmente dovranno essere fatte delle concessioni a tutti i livelli della società.

Questo è stato il tentativo dei militari di accogliere un numero crescente di uomini e donne in servizio che scelgono di farsi tatuare. Tuttavia, con i regolamenti che dicono che tutto il nuovo inchiostro deve essere segnalato a un ufficiale in comando e archiviato con il loro registro delle risorse umane militari dell’esercito, questa politica non è esattamente indulgente o addirittura evitabile da alcuno standard, con alcuni addirittura che arrivano fino a citare in giudizio i militari per aver violato i loro diritti del Primo Emendamento. Anche se tutti i tatuaggi precedenti saranno registrati per aiutare a determinare i parametri dell’applicazione della politica, c’è ancora quel potenziale fattore umano e soggettivo che potrebbe mettere nei guai le persone per le loro forme di espressione personale.

Christensen ha detto al Wall Street Journal che gli obiettivi di reclutamento negli ultimi anni sono stati raggiunti, il che significa che impedire alle persone con tatuaggi sontuosi non sta danneggiando il loro numero. Anche se, nel 2007, solo il 79% degli iscritti aveva un diploma di scuola superiore, con un calo dell’11% rispetto a sei anni prima. Gli standard di fitness sono stati abbassati anche negli anni successivi al 2001.

Questo ci fa riflettere un po’ sulle priorità di questa politica uniforme. L’ultima volta che abbiamo controllato, non capita tutti i giorni di vedere un soldato attivo con qualcosa, tanto meno un avambraccio, esposto in un dato punto. E, francamente, quando la situazione sul campo raggiunge il culmine, importa davvero che aspetto abbia la persona che difende la nostra libertà?

sergente Il maggiore dell’esercito Raymond Chandler è stato citato in Stars & Strisce che dicono che l’esercito vuole che i soldati si distinguano per i loro risultati, non per il loro aspetto.

Quindi questo è ciò che ci lascia in contrasto con questa politica. Se l’estetica è così poco importante nella vita militare, perché è così difficile guardare oltre un tatuaggio che, nella maggior parte dei casi, non è nemmeno visibile? Un eroe può presentarsi in tutte le forme, dimensioni e colori, di qualsiasi religione ed etnia. Allora perché i tatuaggi sono dove tracciamo la linea??