Contenuti delle notizie

Karmen Karma parla della vita dopo il porno e della spinta per tornare indietro

L’undicenne Amber van de Bunt ha capito immediatamente che “voleva essere come quelle ragazze un giorno”, quando ha trovato una rivista di Playboy nella cabina dei suoi nonni. A 18 anni, la nativa del Michigan stava cercando i “migliori nomi di spogliarelliste” quando avrebbe dovuto cercare college. Trasferitasi in Florida per lavorare come ballerina in topless – dove amava essere “pagata per fare festa” – Amber van de Bunt non si è mai sentita come le altre ragazze nella sua “piccola, estremamente conservatrice e religiosa città natale del Midwest”. Ha optato per il nome d’arte: Karma Karmen.

Fotografia di Jesus Lopez

Fotografia di Jesus Lopez

“Sapevo di essere sessuale e nessuno sembrava avere gli stessi interessi e desideri che avevo dentro”, ha detto Karmen Karma. “Ho sempre sentito di non appartenere. Volevo esplorare la mia sessualità e mettermi nei guai”.

Karma divenne rapidamente nota come la “Regina della gola profonda” nella sfera dei film per adulti. Con i riconoscimenti di AVN, “gli Oscar del porno”, lavora nell’industria della pornografia da oltre sei anni, con video di tutte le principali compagnie porno, tra cui Brazzers, Blacked, Naughty America, Bang Bros e Burning Angel.

“In realtà sapevo di voler fare porno quando ho scoperto che esisteva. Ho cercato di soddisfare le mie voglie di porno tramite webcam e stripping. Sono anche andato al college per un anno per cercare di essere “normale”, ha detto Karma. “Il motivo per cui non mi sono tuffato nel porno come avrei voluto era a causa della paura di ciò che la mia famiglia avrebbe pensato.”

Il rimpianto non era un’opzione, quindi Karmen Karma ha fatto il salto per esibirsi in video per adulti quando ha compiuto 21 anni. Come dice, “Sapevo che il mio desiderio di fare porno non sarebbe mai andato via”.

Fotografia di Jesus Lopez

Fotografia di Jesus Lopez

Identificata come una “fempreneur”, Karmen è “orgogliosa di essere una donna che crea i propri affari”.

Mentre l’elenco di atti sessuali vietati di Karma sullo schermo include scene di creampie vaginali, la sua scena preferita da girare è quando ci sono più partner. Nello specifico, doppia penetrazione. “Lo adoro assolutamente”, spiega Karma, “non so come descrivere la sensazione, ma mi dà l’esperienza più euforica che abbia mai avuto durante il sesso. Se potessi, farei doppiare ogni scena. Più corpi con cui giocare, meglio è!”

Tutto ciò che vedi fare da Karmen Karma nei suoi video, lo fa nella vita reale. “Off-set sono una ragazza ‘normale'”, condivide. “Non c’è niente di straordinario nella mia vita.”

“La mia parte preferita dell’essere una pornostar è quanto sia divertente il lavoro”, ha detto Karma. “Ti abbini, esci con persone fantastiche, fai foto sexy e fai sesso per vivere”. Prima del suo ritiro, Karma girava tre o quattro scene anali a settimana. Questo, comprensibilmente, stava “prendendo un pedaggio” su di lei, sia sul corpo che sulla mente.

Sebbene le scene finite durino all’incirca solo quaranta minuti, Karma è sul set per dodici ore, usando il suo corpo per ballare, stuzzicare ed esibirsi. Per evidenziare il costo fisico sul corpo, ricorda una scena di gangbang lesbica di The Destruction of Bonnie Rotten, che è stata nominata per “Most Outrageous Sex Scene”. “Tutti noi quattro abbiamo usato trapani con dei dildo attaccati all’estremità sui buchi di Bonnie”, ha detto Karma. “Bonnie è nota per il suo folle squirting, quindi alla fine della scena eravamo tutti inzuppati”.

Pur essendo orgogliosa dei suoi successi nel suo campo, incluso un lungometraggio, Karma’s A Bitch – che è un grosso problema per un’attrice – il suo passaggio al lavoro sessuale non è stato ben accolto dai suoi familiari. Dice che la sua famiglia era arrabbiata e umiliata quando l’hanno scoperto per la prima volta. Suo padre l’ha rinnegata per un anno. La mancanza di supporto è stata uno dei fattori di stress che Karmen Karma ha dovuto superare.

“Ho capito perché hanno reagito in quel modo. Essendo di una piccola città, ho parlato della città per molto tempo, e loro sono stati quelli che hanno dovuto affrontarlo “, ha detto. “Nel complesso, vorrei che le persone guardassero il mio lavoro come qualsiasi altro lavoro in questo mondo. Non rende meno il mio lavoro, solo perché è un lavoro sessuale. Voglio solo essere visto come un essere umano uguale e non giudicato in base a quello che faccio”.

Karma crede che il modo migliore per battere gli stigmi che circondano gli attori di film per adulti sia vivere uno stile di vita sano e non prestare attenzione alla gente. Karma aggiunge: “Le persone giudicheranno sempre le lavoratrici del sesso e ho imparato a non preoccuparmi di ciò che pensano gli altri, finché sono felice e in salute”.

Sebbene Karma sia molto felice di aver scelto questa carriera per se stessa, pensa che sia importante che le altre persone sappiano “quanto sia permanente e cambia la vita iniziare in questo business”. Karma dice: “Se scegli di lasciare il settore prima di avere successo, puoi ridurre le tue possibilità di poter vivere una vita “normale” con una carriera “normale”.

Fotografia di Jesus Lopez

Fotografia di Jesus Lopez

Karma alla fine ha lasciato le telecamere e le luci per fondare una famiglia con suo marito, che era stata la sua principale fonte di sostegno esterno durante il suo viaggio. Nel suo ultimo giorno sul set, aveva intenzione di non dire a nessuno i suoi piani per la pensione, fino a quando non avrebbe lavorato per una delle sue registe preferite, Jacky St. James. Ha poi ammesso che le riprese sarebbero state le sue ultime.

“Tutti quelli a cui ho detto erano felici per me, ed è stato bello avere così tanto supporto nel settore. È stato agrodolce lasciare il settore perché stavo andando così bene, ma il mio cuore era deciso a iniziare un nuovo capitolo della mia vita”, ha detto. “Tutti capivano che ero sposata e che per avere un figlio con mio marito avrei dovuto smettere di girare per realizzarlo”.

Il suo primo giorno fuori dal porno, ha pubblicato rapidamente un post sul suo sito Web, facendo sapere al mondo che era in pensione. Successivamente, ha gettato via il suo controllo delle nascite.

“Mio marito era al campo di addestramento della Marina in quel momento e l’unico modo per comunicare era tramite lettere scritte”, ha spiegato Karma. “Così ho passato la giornata a scrivergli una lunga lettera dicendogli la mia decisione di lasciare l’industria”.

I due hanno raggiunto il loro obiettivo di rimanere incinta entro una settimana dal ricongiungimento.

Karmen Karma si è ambientata nella sua nuova vita, godendosi il non truccarsi e i tacchi da sette pollici ogni giorno. “Per quanto sia divertente vestirsi ogni giorno, diventa estenuante dover sembrare sempre una fantasia”, ha detto.

Ammette che la sua gravidanza è stata faticosa, mentalmente. “Ho preso la decisione disinteressata di togliermi il Prozac, che avevo preso per oltre 10 anni, perché sapevo che c’era un piccolo rischio che sarebbe stato messo su mio figlio se avessi scelto di continuare”, ha detto Karma. “Questa decisione mi ha reso incredibilmente instabile e un ottovolante di emozioni”.

Nonostante non fosse in grado di controllare i suoi sbalzi d’umore durante la gravidanza, Karma era fondata sulla speranza che tutto il tumulto ne sarebbe valsa la pena, una volta vista la faccia di sua figlia.

Scrivere il suo libro di memorie, Overcome, è stato un modo per far fronte alla depressione che era “a un minimo storico”.

Overcome è una svolta rinfrescante per l’industria del porno, perché molti ex attori distruggono la sfera dei film per adulti quando se ne vanno. Ora, come dice Karmen Karma, “Finalmente ci sarà un libro sull’industria del porno che non lo farà sembrare un posto orribile”.

“L’industria non è malvagia nel suo insieme, ma può essere dannosa per coloro che sono già in una brutta situazione mentale”, ha detto. “Non è questo ambiente tossico, pericoloso e trasandato a cui la maggior parte delle persone pensa. L’industria del porno professionale e mainstream è, per la maggior parte, estremamente professionale e trattata come un vero lavoro”.

Karma ha trovato molta chiarezza su chi era – ed è – come persona, da questo libro. “Scrivere le mie difficoltà è stata la cosa più terapeutica che abbia mai fatto per me stessa. Mi sono seduto e mi sono rimesso in quelle situazioni, per rivivere i momenti ed essere in grado di ricordare i dettagli. A volte, è stato difficile farlo emotivamente, ma sapevo che ne sarebbe valsa la pena”. Ha aggiunto: “Mi ha mostrato quanto sono davvero tosta. Non potevo credere di aver vissuto tutto quello che ho fatto. Apprezzo la mia forza molto più di prima che iniziassi Overcome.”

Fotografia di Jesus Lopez

Fotografia di Jesus Lopez

Sua figlia, Vienna, è nata a 7 libbre e 11 once in Pensacola Naval Hospital. Karma ha aggiunto alla sua collezione di tatuaggi una “mamma e una sirenetta” sulla coscia, per simboleggiare il suo legame madre-figlia. Qualcosa, ha detto, che aveva “sempre desiderato”. Dice che è il suo inchiostro preferito e più significativo.

Quando l’obiettivo di Karma di creare una famiglia con suo marito è stato raggiunto, ha iniziato a provare voglia di tornare al porno, andando avanti e indietro per quasi un anno cercando di decidere se dovesse tornare ufficialmente o meno. Cioè, fino a quando suo marito non l’ha convinta a fare il salto.

“Più tempo sono rimasto fuori dal porno, più mi è mancato tutto. Mi mancava vedere nuove foto, vedere nuove copertine di DVD ed essere un personaggio pubblico”, ha detto Karma. “Mi mancava fare soldi e avere una carriera, mi mancavano i miei colleghi e mi mancava l’attenzione che mi portava”.

Sebbene la sua famiglia non parli ancora di lavoro con lei, si sente realizzata, oltre che sicura di crescere e provvedere alla sua famiglia. Registrando costantemente il suo sesso per Premium Snapchat, e ora occasionalmente girando professionalmente – principalmente per Brazzers – Karma ha abbracciato il suo ritorno.

Al secondo ingresso di Karmen Karma nel porno, dice che era preoccupata per quello che la gente avrebbe detto di lei come madre.

“Alla fine della giornata, finché Vienna è felice e la mia famiglia è felice, ciò che gli altri pensano di me non ha importanza”, ha detto Karma. “Ho scelto di seguire il mio cuore e di tornare al lavoro e fare soldi per il futuro di Vienna e della mia famiglia”.

Karma “intende essere completamente aperta con Vienna” quando sua figlia avrà un’età adeguata.

“Non glielo nasconderò. Non mi era permesso menzionare nulla sul sesso nella mia famiglia, il che lo faceva sembrare una cosa negativa. Voglio che mia figlia cresca in una famiglia sessualmente positiva”, ha detto. “Voglio che mia figlia possa imparare dai miei errori e che mi chieda aiuto e consigli se ne ha bisogno. Penso che la aiuterà a sentirsi a suo agio nell’essere onesta con me”. 

Fotografia di Jesus Lopez

Fotografia di Jesus Lopez