Contenuti delle notizie

Esclusivo: Blackbear Piatti nel suo prossimo album

Con un album in uscita il 19 aprile, il rapper Blackbear dovrebbe fare grandi ondate sulla R&B charts nel 2019. Nato come Matthew Tyler Musto, Blackbear ha lasciato il liceo in prima media per concentrarsi sulla musica. A 17 anni, aveva lasciato casa per lavorare alla sua carriera da solista con Ne-Yo ad Atlanta, e in pochi anni ha continuato a collaborare con musicisti come Justin Bieber, G-Eazy, Mike Posner e Machine Gun Kelly. Tuttavia, nonostante abbia preso d’assalto l’industria, Blackbear ha affrontato alcune serie lotte personali lungo la strada. Nel 2016 gli è stata diagnosticata una pancreatite cronica necrotizzante e ha subito diversi interventi chirurgici. Ma, nonostante la minaccia che questa condizione ha messo sulla sua vita, Blackbear non ha mostrato segni di rallentamento, pubblicando due album in studio nel 2017. Ora è pronto a condividere il suo ultimo progetto con il mondo e, con le sue stesse parole, descrive questo album come il suo “miglior lavoro fino ad oggi”.

Foto di Tristan Edouard

Foto di Tristan Edouard

Cosa pensava la tua famiglia quando hai lasciato il liceo per dedicarti alla musica a tempo pieno?? La mia famiglia era molto insicura e mi hanno detto di avere un “piano B” fino a quando non ho concluso il mio contratto di pubblicazione a 21 anni per oltre un milione di dollari. Poi mi sono tatuato il collo per dimostrare che non diventerò mai un avvocato.

Mentre sei conosciuto come un R&B artista di oggi, hai iniziato la tua carriera musicale inizialmente in una rock band? Cosa ti ha spinto a cambiare genere? Mi sento come se avessi appena imparato un mondo completamente nuovo quando studiavo sotto Ne-Yo quando avevo circa 17 anni. Vivevo sul divano del manager di Ne-Yo, scrivendo tre canzoni al giorno. La mia musica è diventata più influenzata dall’hip-hop, in base ai produttori con cui stavo lavorando prima che imparassi a produrre la mia musica in seguito.

orso nero2

Oltre a registrare la tua musica, ti sei anche guadagnato una reputazione come cantautore. Cosa è successo nella co-scrittura di “Boyfriend” di Justin Bieber e in che modo il successo di questa canzone ti ha spinto a concentrarti sulla tua musica? Sono nato per il palcoscenico, quindi finché sarò giovane lo darò al mondo. Inoltre, con le canzoni che mi piace scrivere, molti A&Rs, etichette e artisti li avrebbero passati, ma sarebbero diventati oro o platino quando li pubblicavo. Scrivo e produco ancora per altri, ma è raro. Devo essere un grande fan, ad esempio: Miguel, Relient K, Galantis, Marshmello, G-Eazy, Machine Gun Kelly, Stalking Gia, l’elenco potrebbe continuare all’infinito.

Sia nel 2015 che nel 2017, hai pubblicato due album completi. Qual è il tuo processo per scrivere, registrare e promuovere due album in soli 12 mesi?? È un processo, a dir poco. Mi piace essere il capitano della mia nave ed essere coinvolto in tutto, dalla produzione teatrale, al merchandising, all’arte e ai rollout.

Spencer Miller

Il tuo terzo album in studio, Digital Druglord, presenta quella che alcuni potrebbero definire una copertina controversa. Cosa ti ha fatto decidere di scegliere questa immagine e cosa significa personalmente per te? È di una mia amica, Tara, che ha postato la foto su Instagram, penso che sia ancora lì sotto @foxgravy. Ha passato molto di quello che ho passato io con la pancreatite cronica e ho scritto la maggior parte dell’album in ospedale.

Nel 2016, una visita in ospedale ti ha cambiato la vita. Potresti condividere ciò che ti è stato diagnosticato e come questa malattia ti ha colpito sia personalmente che professionalmente?? Mi è stata diagnosticata una pancreatite cronica necrotizzante e questo ha sicuramente messo in pausa le esibizioni dal vivo per un po’. Ma non bevo da anni, quindi spero che niente più interventi chirurgici.

Tatuaggio di Alex Miller

Tatuaggio di Alex Miller

Di recente hai collaborato con PopSocket per il loro progetto Poptivism. Cos’è Mission: Cure e hai altri progetti filantropici in cantiere?? Mission: Cure è trovare una cura per la pancreatite, quindi ha significato molto per me dare metà delle vendite. Penso che abbiamo venduto 5K unità o qualcosa del genere, quindi è fantastico vedere i bambini tra la folla con loro addosso.

Attualmente ti stai preparando a pubblicare il tuo quinto album, ANONYMOUS, che uscirà ad aprile. Cosa è stato necessario per creare questo progetto e cosa possono aspettarsi i fan da esso? È il mio miglior lavoro fino ad oggi, quindi non dormire su questo album. Sono oltre 18 canzoni e sono tutte dannatamente buone.

Blackbear4

Andrai in tour dopo l’uscita del tuo album e in quali città hai intenzione di arrivare per prime?? America e Canada sono prima, poi Sud America, Australia, Asia ed Europa.

Sia personalmente che professionalmente, dove speri di essere tra un anno, cinque anni e dieci anni??

Tra un anno spero di essere trasferito completamente nella casa che ho appena comprato oggi. Tra cinque anni gestirò un’etichetta discografica a tempo pieno e dieci anni farò un album di grandi successi e la mia piccola etichetta sarà major.