Contenuti delle notizie

Battle Royale: incontra la campionessa Ink Master Laura Marie

Foto di Ragan Henderson

Foto di Ragan Henderson

La battaglia dei sessi di Ink Master è giunta al termine e un artista ne è uscito vittorioso. Laura Marie di Rochester ha dimostrato di avere le carte in regola per uccidere la concorrenza e ora ha rivendicato il suo legittimo trono come campionessa della stagione. Abbiamo incontrato la talentuosa tatuatrice per conoscere i suoi pensieri sulla stagione complessiva, cosa è stato necessario per realizzare la sua tela principale vincente e quali consigli darebbe ai futuri concorrenti.

0IM1205_laura

Cosa ti ha fatto decidere di seguire Ink Master??

io'sono sempre stato nello spettacolo. Originariamente la mia insegnante d’arte della scuola ha contattato i casting su tutti i suoi studenti e mi ha chiesto se volevo essere nello show. Ho pensato: “Che diavolo, cosa ho da perdere?”

Qual è stata la tua sfida flash preferita durante la stagione?

Sicuramente la sfida dello stuzzicadenti. Mi sentivo sinceramente super orgoglioso di quello. Anche se lo spettacolo ha giocato un po ‘di dramma tra le donne'squadra di s, in realtà abbiamo lavorato molto bene insieme. Questa è stata la prima sfida flash che sono riuscito a connettere davvero con i miei compagni di squadra e non solo, ma abbiamo scoperto un pezzo incredibile.

Qual è stata la tua sfida di eliminazione del tatuaggio preferita??

La giornata a mano libera. La mia tela era super bella e avevo James Vaughn a cui guardare, il che ha reso tutto molto più semplice. Mi sono sentito come a casa.

0IM1207_laura

Chi'è il tuo coach ospite preferito con cui lavorare?

Direi che Josh Payne era il mio numero uno. Mi sono piaciuti tutti per motivi diversi, ma per me, Josh Payne.

Qual è stato il miglior consiglio che ti è stato dato da un allenatore durante la stagione??

Probabilmente era di Josh il giorno dell’insabbiamento. Non solo mi dava consigli su quali colori e raggruppamenti di aghi usare, ma mi insegnava anche a usare le trame in un certo modo per un insabbiamento. Probabilmente mi ha insegnato più di quanto avessi imparato durante l’intera competizione.

Qual è stata la parte più difficile della competizione?

La parte più difficile è stata sicuramente l’aspetto drammatico. Il modo in cui ho giocato è stato un po’ controverso, essendo amichevole con entrambe le squadre. La gente pensava che avessi una doppia faccia per questo, ma in realtà volevo solo che tutti facessero un buon lavoro perché la tela è quella che'dovrà pagare per questo. Prendo molto sul serio questo lavoro e volevo davvero che tutti facessero bene.

0IM1210_r2_Laura

Come hai disegnato il tuo tatuaggio su tela da maestro??

Nel tatuaggio tradizionale giapponese, scegli la storia che vuoi raccontare, e in questo caso volevo raccontare la storia di Raijin, il dio del tuono giapponese. Quindi il 90% del mio tempo dedicato alla mia tela principale era nella ricerca. Una volta che ho conosciuto tutti gli elementi, il simbolismo e ogni cosa all’interno del tatuaggio stesso, ho iniziato a studiare i tatuatori in stile tradizionale, come Mike Rubendall, Chris Garver, tutti quei ragazzi con cui Chris Nuñez lavorava. Ho preso ispirazione da loro e ho notato le tecniche che stavano facendo. Mi sono seduto con molti tatuatori tradizionali giapponesi e mi hanno aiutato a disegnare sfondi, mi hanno insegnato le regole fondamentali del tatuaggio tradizionale giapponese. Ho iniziato a disegnare e poi l’ho preso da lì.

Cosa ti passava per la testa quando eri alla fine con Dani sapendo che saresti stata tu o lei, ma sicuramente una donna vincente?

Onestamente, è stata una specie di esperienza fuori dal corpo. Ho un’ansia pubblica così orribile e l’unica cosa che mi è passata per la mente erano tutte le luci sul mio viso e tutte queste persone che mi fissavano.

Com’è cambiata la tua vita da quando hai vinto lo spettacolo?

La vita è cambiata molto più di quanto pensassi. Quando sono tornato a casa, ho notato che tutte queste persone che ho'Con cui ho parlato per così tanto tempo ha iniziato a venir fuori dalla falegnameria nel miglior modo possibile. io'Sto iniziando a convincere tutti questi artisti a volere un lavoro da me, il che è pazzesco. Soldi a parte, vedere il mio lavoro riconosciuto da questi grandi nomi del settore è il cambiamento più grande di cui sono davvero grato.

0IM1215_laura

Prima di Ink Master, dovevi superare degli ostacoli nel tatuare perché tu'sei una donna in un settore dominato dagli uomini?

Appena fuori dal cancello, potrei't ottenere un apprendistato. Andavo in alcuni di questi negozi, chiedendo un apprendista, e loro dicevano: “No, è”'non è una buona idea.» E poi io'd chiedere loro perché e loro direbbero: “It'è perché tu'sei una donna.” Ma non mi ha mai scoraggiato e mi sono convinto a lavorare ogni singolo giorno per dimostrare che quelle persone si sbagliavano. Non c’è stato un secondo in cui mi sarei seduto e mi sarei dispiaciuto per me stesso perché queste persone lo facevano'Non voglio che lavori nel loro negozio. Macinerei solo ogni singolo giorno. E quello'è il mio più grande consiglio a chiunque voglia entrare in questo settore. Hai bisogno di lavorare ogni giorno. Là'non ci sono scorciatoie, devi davvero dimostrare che ne hai bisogno e che lo vuoi.

Poi c’è sicuramente anche il problema delle molestie sessuali. Una volta entrato in un negozio, le molestie sessuali erano il problema numero uno. Ho finito per lasciare alcuni dei negozi in cui ero interessato a lavorare e per questo ho imparato a difendermi. Puoi'Non accettare un no come risposta e devi esigere rispetto. Ogni volta che entri in una stanza, devi mostrare alle persone che controlli la situazione.

Come pensi che l’industria sia progredita e migliorata quando si tratta di trattamento delle donne??

Penso che sia fantastico che le donne stiano iniziando a diventare una fascia demografica più ampia nell’industria dei tatuaggi. lo penso'è bello avere donne nell’industria dei tatuaggi perché alcune persone si sentono più a loro agio a farsi tatuare da una donna e ora le persone hanno questa scelta.

Come ci si sente ad essere un modello per le ragazze e le tatuatrici di tutto il mondo??

C’è molta pressione ma allo stesso tempo, io'Sono pronto ad assumermi questa responsabilità e dimostrare che possiamo farlo. Non importa chi sei, fintanto che dimostri che lo vuoi davvero, dedica quelle lunghe ore e pretendi quel rispetto, puoi farcela. io'sono davvero grato di essere'Posso essere quel modello e dimostrare che non importa chi sei, puoi farlo. Ho finito per venire da un background piuttosto difficile e non l’ho fatto't avere un sacco di soldi crescendo. Spero che un giorno possa raccontare la mia storia e mostrare alle persone che se posso farlo, chiunque può farlo.

1216_LAURA

Mentre eri nello show, hai menzionato i sacrifici che hai fatto per essere in Ink Master. Quali sono stati alcuni di quei sacrifici??

Do la priorità all’arte e al tatuaggio rispetto a molte cose nella mia vita. Alcune di quelle cose di cui in realtà mi pento, come la mancanza di enormi segni distintivi nella mia vita: la laurea, le persone'compleanni, eventi familiari, ecc. Ho finito per sacrificare queste cose per concentrarmi sulla mia carriera. Devi fare quei sacrifici e se vuoi davvero questo, devi dare la priorità alla tua vita.

Che consiglio daresti ai tatuatori interessati a partecipare a Ink Master?

Il mio consiglio è di fare un buon lavoro, ma non farlo'Non prenderlo così sul serio da rimanere bloccato nella tua testa. [Ink Master] è una buona cosa e devi divertirti con esso. Non appena inizi a metterti in testa e inizi a pensare troppo, è'mostrerà nel tuo lavoro. Devi trattarlo come tale'è un’esperienza divertente. Queste sfide sono proprio come i livelli in un videogioco e devi divertirti. Questo accadrà solo una volta nella tua vita e dovresti godertelo prima che ti passi davanti.