Celebrità

Intervista esclusiva con Dave East e Styles P

Intervista di Dove Clark e foto di Evan Kaucher

Siediti con persone sopra i 35 anni e persone sotto i 30 anni nella stessa stanza, ed è probabile che avrai una discussione su vasta scala tra le mani in qualsiasi conversazione sull’Hip Hop. Anche se c’è un accordo sulle capacità liriche, continua ad esserci un dibattito esasperante su ciò che è musicalmente prezioso per la cultura. Mentre Styles P stava celebrando l’uscita del debutto dei The Lox, Money, Power & Rispetto all’album del 1998, Dave East aveva appena 10 anni. Quando Styles è entrato in scena con il suo debutto ufficiale da solista A Gangster and a Gentleman nel 2002, un adolescente orientale si stava preparando per una potenziale carriera nel basket.

Nel 2018, quando Styles P ha pubblicato il suo nono album da solista, G-Host, ancora in vetta all’album dei The Lox del 2016, Filthy America… It’s Beautiful, Dave East stava preparando meticolosamente il suo album di debutto ufficiale su Def Jam. E poi, all’improvviso, i due uomini si sono uniti per portare al mondo Beloved, un progetto collaborativo a sorpresa che trascende il divario generazionale Gen-X / Millennial, sia liricamente che sonoramente. 

Dave, Styles proviene da un’epoca in cui il trading di barre è una cosa normale per lui, dove vieni dal momento in cui sputavi un bel 16 e andavi avanti. Come si è arrivati ​​al punto in cui hai cambiato il tuo stile per scambiare le barre?? 

Davide Est: Onestamente, avevo sete di farlo con lui. Sono solo un fan di lui e dei Kiss che lo fanno. Non volevo che fosse un tradizionale 16, hook, 16, hook. Uno degli elementi della sua carriera che mi ha sempre contraddistinto è stato il suo avanti e indietro, dentro e fuori. Quindi, ho detto che volevo fare anche quella merda. È appena uscito. Ogni battito che stavamo facendo era naturale, fluido.

E voi Stili? Ti sentivi come se fosse qualcosa che sarebbe successo naturalmente?? Stili P: Tutto è andato davvero a posto in modo organico. Siamo entrati lì, abbiamo appena detto che stavamo facendo sparring, ed eravamo solo concentrati, isolandoci e divertendoci e la musica veniva fuori in un certo modo. Una volta che inizi qualcosa e la barra è impostata, e poi lo fai ancora e ancora, non c’è su e giù, va solo su. È stato divertente perché è il nuovo volto di quello che facciamo. È il volto degli MC di strada, specialmente sulla costa orientale. È come giocare con il giovane ballerino in campionato. Sono il vecchio veterinario. Poi è come se stessimo provando a metterci anche noi per la nostra città. Stiamo solo cercando di mettere su per il nostro mestiere e la nostra città allo stesso tempo. Era super organico e scorreva molto bene.

Inked_DaveEast_StylesP-129

Come ti senti in grado di colmare il divario tra le generazioni? 

Stili P: È un rispetto e un mestiere. Condividiamo lo stesso mestiere. Di solito, quando tu e una persona condividete lo stesso mestiere, significa che ne siete appassionati e vi impegnate. Che si tratti di sport, colletti bianchi [carriera], colletti blu, musica, poesia, cinema, giornalismo, qualunque sia il campo di lavoro, c’è qualcosa nel rispetto del mestiere in cui un vero artigiano non guarda all’età. Tu guardi solo il tuo mestiere. Come artigiano più anziano, tutto è uno sport per giovani e vuoi assicurarti di fare le tue dichiarazioni e di abbassare i piedi quando dici qualcosa. Penso che quando ti attieni davvero al mestiere e a ciò che fai e ti concentri tutto si risolve. Davide Est: Sento che quando l’obiettivo è il vero mestiere, l’età non ha importanza. Non riesco a notare alcuna differenza in lui dai tempi passati ad oggi. Non posso dire “Oh, sembra più vecchio ora. Diavolo, no.» Non c’è alcuna differenza. Non credo che l’età abbia qualcosa a che fare con questo.

Cosa pensi sia così importante dell’Hip Hop di New York in questo momento? E cosa vuoi che le persone portino via da questo progetto? 

Stili P: Penso che il progetto sia New York Hip Hop. Penso che quando lo ascolti e lo ascolti, è Hip Hop a tutto tondo, ma è sicuramente Hip Hop di New York. Detto questo, stabiliamo la nuova barra e la precedenza per qualunque sia la fascia d’età. Prendi i tuoi soldi e fai quello che vuoi nel tuo tempo, ma se hai mai quella sensazione nel tuo istinto di dove vuoi solo rappresentare il tuo, è bello. L’Hip Hop nel 2018 è stato un anno piuttosto stimolante in generale, da est a ovest a sud. Nel 2018 le persone hanno lanciato progetti davvero esplosivi. Penso che quello che dici alla gente sia di restare fedele al tuo istinto e fare il tuo suono. Penso che [Hip Hop] sia in un posto fantastico e potrebbe solo salire. Davide Est: Cento per cento.

Ti senti come se Tekashi 69 dicendo che è il re di New York abbia messo la città in uno stato mentale competitivo?? 

Davide Est: Non dirò che l’ha fatto da solo. Sento che ha molto a che fare con i giovani che si sentono in quel modo. Sento che ci sono sempre state differenze nel rap a New York. Avevi The Lox e avevi Onyx. Avevi energie diverse, ragazzi che rappavano droga, raccontavano storie, e c’erano strade diverse. Sento che è quello che fa la droga in questo momento, che tutti non stanno solo dicendo: “Per essere un artista di New York devi rappare in questo modo”. Sento che è una droga che si sta diffondendo su tutta la linea in questo momento. Se non accedi a Instagram, non lo vedrai dire questo. Devi andare online per vedere e sentire queste cose. Mi sembra che siano due mondi diversi. Devi mescolarli perché viviamo in un mondo di Internet. Ma, con me, mi piace stare su ciò su cui mi trovo e rappresentare ciò che rappresento. Amato ne è una testimonianza con me e lui. Entrambi abbiamo preso quell’onda e abbiamo corso con essa.

Inked_DaveEast_StylesP-136

C’è sicuramente una rinascita di grandi marchi a cui siete affiliati, come Def Jam e RocNation. Senti che questa nuova era sta creando più longevità per loro??

Stili P: Credo che ci sia una possibilità per questo. Sento che c’erano squadre più forti ai tempi. Hai avuto Ruff Ryders, Murder Inc., Roc-a-fella. Facevano parte dell’etichetta, ma erano la loro stessa crew. Sento che ora ci sono molti più artisti indipendenti che non devono dipendere dall’etichetta. Con te che lo sai, mi sento come se quelle etichette fossero le dinastie che avrebbero potuto essere ai tempi. Ma per le persone che sono sulle etichette che sventolano quella bandiera e si danno da fare, possono averle. Possono tornare in giro. Davide Est: La mia risposta è un po’ strana. Sento che è una cosa buona e stupida solo se rispetteranno i marchi degli artisti. Se non lo faranno costruendo il marchio dei loro artisti e considerandolo come una partnership di marca, allora è una perdita di tempo. RocNation non è vecchio. Mi piacciono perché il loro sistema non è integrato, è aggiornato. Ci sono un paio di posti nel settore in cui le cose si stanno muovendo velocemente e sono più aggiornate. Ogni etichetta là fuori, dal vecchio al nuovo all’indipendente, dovrebbe anche rispettare il marchio dell’artista. Soprattutto se hai un artista bravo, talentuoso e intelligente. Anche se non è così alla moda nel suo gioco come dovrebbe essere, rispettalo e guardalo anche come un marchio con cui stai facendo affari. Penso che ciò che ha ferito molte etichette prima sia il modo in cui hanno iniziato a trattare gli artisti come i microonde. Cominciano a buttare qualcosa là fuori. No A&Dietro c’è R, nessuna storia e nessuna cura per il pacchetto o l’artista. Se si tornerà a quello… non ne abbiamo bisogno. Ma se sarà dove tutti diventeranno intelligenti e rispettano la partnership con il marchio, perfetto.

A proposito di vecchi e nuovi… ci sono dei vecchi tatuaggi di cui ti penti di aver fatto?? 

Stili P: Non proprio. Ho “Spero per il meglio e aspettati il ​​peggio”. Non mi aspetto il peggio, mi aspetto solo la vita. Non mi pento di averlo preso, perché al momento si adattava perfettamente. 

Davide Est: No, perché quando li guardo mi riportano tutti indietro a un momento della mia vita. Avrei potuto aspettare, perché mi sono fatto un sacco di tatuaggi quando ero al verde. Ho dovuto pasticciare con il tizio tat dietro l’angolo e il lavoro che aveva e quando ho ottenuto un paio di dollari ho potuto ottenere alcune persone tat ufficiali. Quindi potrei aver aspettato. Avrei aspettato di avere un tatuatore drogato.