Architettura

Elliott Ripper House di Christopher Polly Architect

L’architetto Christopher Polly ha progettato la Elliott Ripper House a Sydney in Australia.

Il progetto estrapola in modo semplice e diretto le qualità formali esistenti in pianta e sezione, con l’estensione dei principali materiali e finiture esistenti per conservare un po’ di memoria della sua precedente incarnazione, fornendo al contempo una serie notevolmente ampliata di volumi interni collegati che sfruttano l’accesso alla luce solare, alla ventilazione e alla vista delle chiome degli alberi, del cielo e del distretto oltre.

 

L’inserimento di un volume open space con cucina, sala da pranzo e soggiorno al piano terra generato dall’estensione dell’involucro esistente e dai livelli del soffitto e del pavimento a un’impronta di pianta media di un ex tettoia, seguito da un’aggiunta al primo piano posteriore che estrude il piano precedente copertura a falde in lamiera e a due falde forma sopra i nuovi spazi del piano terra.

La conservazione del volume della cattedrale all’interno della nuova disposizione della stanza del primo piano e l’estrapolazione del dato inclinato soffitto-parete del primo piano che traccia l’allineamento di tutte le altezze avvolte attorno a questo volume, delicatamente collegato alle linee del soffitto inclinato da policarbonato traslucido leggero – con una scala aperta e un grande vuoto scolpito che espande verticalmente il rapporto tra due piani precedentemente non collegati.

I raffinati elementi in lamiera d’acciaio contrastano con un profilo di rivestimento in lastre di legno secolare e grandi distese di vetro fisso a tasca poco profonda e porte scorrevoli esterne in cedro rosso occidentale & le finestre a bilico offrono vari gradi di apertura e chiusura.

Un nucleo di servizio al piano terra situato in posizione centrale ospita un bagno ampliato, lavanderia e ripostiglio, consentendo il collegamento diretto degli spazi abitativi a spazi esterni ben definiti, mentre un bagno al primo piano migliora la comodità di due camere da letto aggiunte.

La disposizione del piano riflette i moderni modelli di utilizzo prevedendo due spazi abitativi per consentire la separazione vitale delle funzioni di adulti e bambini. Il volume a pianta aperta posteriore offre uno spazio “diurno” per la preparazione dei pasti, il consumo e il godimento espansivo del giardino posteriore, mentre il soggiorno superiore offre uno spazio “sera” per guardare la TV, leggere e separarsi dalle utenze. Una terza camera da letto al primo piano offre flessibilità per un uso futuro come studio.

Lo spazio del pavimento arreso consente il piacere di un vuoto della scala espansa scolpito e di un balcone a sbalzo. Riflessi economici in policarbonato opalescente lucido & trasmette la luce di giorno consentendo una qualità degli spazi a lanterna di notte per enfatizzare l’espansività volumetrica delle forme interne del primo piano. Il pavimento Blackbutt riciclato cuce le vecchie e le nuove zone del piano terra, l’economico LVL incornicia una scala rivestita di Blackbutt riciclata, mentre la macchia di noce su un pavimento di pino esistente esteso arricchisce il primo piano.

 

Parti significative della struttura esistente sono state mantenute consapevolmente per ridurre il suo apporto di carbonio. È stato utilizzato legno riciclato Blackbutt esternamente e internamente; vetri ad alte prestazioni per ridurre i carichi termici; tenda esterna a scomparsa per controllare l’accesso solare settentrionale e il guadagno di calore; sostanziale isolamento termico di pareti e soffitti; luci a risparmio energetico & elettrodomestici e raccordi per il risparmio idrico.

 

 

 

 

 

 

 

 

Visualizza il sito web